I progetti del futuro saranno sempre
sfidanti!
16
Giu
e-Commerce, Tendenze e Novità

Il 30 e 31 Maggio 2018 siamo stati all’evento più importante in Italia per il mondo ecommerce: Netcomm Forum.
Proponiamo in forma sintetica in questo articolo alcuni temi emersi in diversi interventi e che rappresentano tendenze e novità del mondo ecommerce e retail.

NON ESISTE PIÙ LA DIVISIONE TRA ONLINE E OFFLINE

Espresso con termini diversi – omnychannel, multichannel, esperienza global, drive to shop, – il concetto è unico: non è più possibile pensare la vendita divisa tra online e offline. Il consumatore passa continuamente, senza soluzione di continuità, dal negozio fisico al digitale e viceversa. Questo significa che qualsiasi strategia, investimento, monitoraggio vanno pensati o eseguiti in modo globale e integrato.

Anche i grandi player nati sul digitale lo hanno capito e stanno aprendo negozi fisici. Thomas Müller, general maneger di Fjord del gruppo Accenture ad esempio citava i casi AirB&B e Amazon.

Non c’è più un luogo per acquistare, ma ovunque è il luogo. Si pensi alla funzionalità dell’App di Amazon che permette di fotografare qualsiasi oggetto – un indumento indossato da qualcuno incontrato per strada –  e scoprire qual’è il prodotto, brand, produttore, dove acquistarlo. La funzionalità è descritta in dettaglio in questo articolo: https://lifehacker.com/5101451/amazon-mobile-looks-up-any-product-you-snap-a-picture-of

Il numero di italiani che si connette quotidianamente da smartphone è in costante aumento, il 96% degli utenti digitali in italia si connette attraverso un cellulare. 

Sempre in questa ottica, i nuovi strumenti di gestione campagne marketing prevedono una integrazione di tutti i dati raccolti durante il Customer Journey. Ad esempio Adobe presenta la piattaforma Adobe Campaign in grado di raccogliere e gestire in modo integrato i dati provenienti dal crm aziendale, dall’ecommerce, dalle statistiche del sito o dal monitoraggio campagne, per creare un profilo unico che raccolga tutti i touch point.

ASSISTENTI VIRTUALI PER ECOMMERCE, GOOGLE ASSISTANT, ALEXA

Gli assistenti vocali saranno a breve una rivoluzione nell’acquisto online
L’intelligenza artificiale ha portato le interfacce vocali ad una qualità per cui inizieremo ad acquistare semplicemente parlando invece che attraverso interfacce visive.
Immaginiamoci di tornare a casa dal lavoro, ricordarci che non abbiamo fatto la spesa e ordinare il cibo semplicemente dicendolo all’assistente virtuale che ci ascolta in auto, sa dove e come acquistare.
Google e Amazon sono molto avanti con questa tecnologia.

Davvero impressionante e assolutamente da vedere la presentazione di Google Assistant. Nel video che segue l’assistente virtuale chiama (sì proprio una telefonata vocale) e “parla” con la receptionist di un parrucchiere per prenotare un appuntamento. Durante la chiamata la receptionist non si accorge di parlare con una macchina e Google Assistant è in grado di capire e rispondere alle domande della receptionist.

IL RUOLO DELLA CINA, NELLE TECNOLOGIE E COME MERCATO

Il tema Cina è tornato insistentemente in diversi speech. Da un lato per le novità tecnologiche e applicazioni in cui ecommerce e retail tradizionale si fondono nella realtà orientale, dall’altro come opportunità di sviluppo per le aziende italiane, in quanto un mercato in espansione immenso.
Segnaliamo l’app WeChat, sistema di messaggistica, ma con funzionalità di ogni tipo che viene utilizzata dai cinesi anche per i pagamenti in modo capillare e pervasivo.

I SISTEMI DI PAGAMENTO, ESPERIENZA UTENTE, VELOCITÀ DI ACQUISTO

Tra le consapevolezze più diffuse c’è che il consumatore non si accontenta più, conosce il web e cerca una gratificazione istantanea. Ecco quindi che diventano fattori imprescindibili:

  • disponibilità in magazzino dei prodotti: se il consumatore deve aspettare non ordina
  • velocità del sito, in modo particolare da dispositivi mobili
  • nuovi sistemi di pagamento istantanei: Apple Pay, Google Pay, Amazon Pay

Google Pay, Apple Pay, Amazon Pay sono accomunati dal rendere la fase di acquisto instantanea. Con Apple Pay l’utente si trova insieme al classico “vai al checkout” un pulsante “Acquista con Apple Pay”. Con un singolo tocco sul tasto home dell’iPhone, grazie al riconoscimento dell’impronta, viene eseguita la transazione senza che sia necessario neanche l’inserimento dei dati del cliente.
Voci non ufficiali indicano che il sistema sarà adottato presto anche da Facebook e metterà quindi il consumatore in grado di acquistare istantaneamente un prodotto visto nel post, senza uscire dall’app o sito Facebook.

sistemi di pagamento stanno acquistando un ruolo sempre più importante anche perché hanno ruolo attivo e non solo passivo nella strategia marketing. Ad esempio Nexi (il sistema CartaSì) non è più unicamente un gateway per la transazione del denaro, ma un collector di informazioni sul consumatore, in grado di comunicare tante informazioni sul suo profilo di acquisto.

IL TOCCO UMANO TORNA A FARE LA DIFFERENZA

Possiamo sintetizzare l’aspetto espresso nel punto precedente: la tecnologia è ovunque ma è sempre più performante e diventa quindi trasparente.
Ma se la tecnologia diventa trasparente, nel momento in cui tutti gli ecommerce la sfruttano a dovere quello che torna a fare la differenza è l’unicità del prodotto, l’emozione, il tocco umano.

Ricerche Correlate: E-Commerce, Eventi e Formazione, netcomm, Trend e Novità, intelligenza artificiale, contenuti, retailer, digital retail, adobe contribute, campagne facebook, campagne google, google adwords, shopping, cmd, management content management, e-commerce, ecommerce, google adwords ,mico ,netcomm