E-commerce sano che genera traffico, conversioni e recensioni a 5 stelle - Claxio.com Cassino Frosinone
E-commerce Vincente
Step by Step verso il funnel perfetto
12
Feb
Perché un E-commerce vende meglio di un Altro ?

Nel mondo infinito degli E-commerce vi è una netta divisione tra chi Converte e chi non converte.
Pensare che basti avere una vetrina online per iniziare a vendere è oggi un preconcetto ampiamente superato (almeno così speriamo).

Avviare un E-commerce non deve essere visto come "una macchina per soldi automatica" anzi, occorre molta dedizione, affinamento continuo dell'esperienza di navigazione e flessibilità continua per le richieste dinamiche degli utenti.
Iniziamo col dire quali sono sicuramente tre degli interventi essenziali da applicare per "ottimizzare" un E-commerce ambizioso:

  • Eliminare il carosello! comunemente noto come slider immagini che ruotano nella homepage del vostro E-commerce; oggi potrebbe essere superato come strumento e di fatto molti lo hanno eliminato dai propri siti. Non esistono regole ASSOLUTE ma tante esperienze dirette ed indirette confermano che lo slider può distrarre e può essere visto come un banner, una pubblicità fastidiosa da ignorare;
  • Rendere leggibili i testi! Utilizzate font chiari e leggibili anche da i non giovanissimi e colori a contrasto idonei; Vale selmpre la regola che "le cose semplici sono sempre le migliori";
  • Ottimizzare navigazione e Menu! Oramai la navigazione è mobile, dunque rendiamo i nostri siti responsive e lavoriamo sempre in ottica Mobile-First.


Sapevate che le conversioni sono il vero indice di salute degli E-commerce?
Per "convertire bene" dobbiamo tener conto di alcuni importanti punti su cui concentrare le nostre preziose energie senza disperderle inutilmente in tentaviti a vuoto di raggiungimento obbiettivi di medio-lungo periodo.

  1. Scegliere il target giusto: spesso si promuove su alcuni canali un certo target di clienti che in realtà non è in linea con il prodotto che vogliamo vendere. ad Esempio: se volessi vendere uno zaino per attività outdoor, scalata ed altro, per clienti che hanno bisogno di un prodotto molto capiente con molte tasche ecc. ecc. Se sui social volessi sponsorizzare il mio prodotto, targetizzando persone che cercano la parola "zaino" in generale, a questo punto capirai che anche le mamme cercano zaino per i propri figli per la scuola.
    Scegliere il target giusto è un lavoro fine ed importante e l'errore principale è attirare un target sbagliato sul proprio sito: Visite, tanto traffico ma Zero conversioni!
    Qual'è la soluzione?  Ovviamente dipende dal caso specifico ma in generale occorre analizzare molto bene il tuo pubblico, capire le esigenze, carpire le reali necessità e abitudini. Di seguito testare molte inserzioni con pubblici diversi per trovare il pubblico adatto che risponde bene.
  2. Sito troppo amatoriale: presentazione del sito trascurata, loghi sgranati magari un tema molto pesante e disorganizzato, dominio sito eccessivamente lungo e di difficile memorizzazione saranno tutte criticità che incideranno negativamente sulle vendite (conversioni).
  3. Impaginazione grafica: delle descrizioni disordinate allontaneranno l'interesse dei navigatori. Ottimizza gli spazi e la distribuzione di testi e immagini assicurati che siano scritte bene dal punto di vista del copy, messaggi convincenti. Enfatizza i benefici e lascia stare le caratteristiche tecniche ovver non concentrarti a descrivere solo alcuni fattori di ciò che vendi ma lavora ampiamente sui benefici di essi!
    L
    e foto non devono essere di bassa qualità, se non trasmettono emozioni stai facendo male il tuo lavoro. Affidati ad un professionista se puoi oppure prova da solo ad ottenere dei grandi scatti. Impara a copiare in maniera intelligente dai migliori; trova ispirazione dagli altri.
  4. Chiedi Feedback: intervista i tuoi clienti e scopri quali punti li hanno convinti ad acquistare sul tuo shop. Il consumatore è sacro per aiutarti a migliorare i tuoi punti
  5. Rivolgersi ad esperti: avere punti di vista differenti esterni al proprio può arricchirti molto come imprenditore; metti in dubbio le tue scelte in ottica critica e non esitare a chiedere ad esperti di settore.

Passiamo ora alla parte finale della nostra consulenza su come migliorare il tuo E-commerce e aumentare le conversioni. 
Tralasciamo il significato generale della parola Funnel nel Marketing e arriviamo direttamente al sodo!

Il Funnel di Vendita: Come si crea?
Creare un funnel marketing significa avere un ecommerce di successo. Ci sono due tipi di funnel quando si parla di ecommerce: Un funnel marketing e un funnel di vendita. 

  • Il funnel marketing è il processo che percorrono i clienti dalla realizzazione del problema al capire perché il tuo prodotto o servizio è la soluzione perfetta al loro problema.
  • Il funnel di vendita dà più importanza al comportamento dei clienti e al trasformare i potenziali clienti in clienti paganti e ti aiuta a massimizzare il valore dei tuoi clienti nel lungo periodo.

Nonostante siano entrambi fondamentali per il successo del tuo ecommerce, per ora ci concentreremo sul funnel di vendita (detto anche funnel di conversione).
1744

La maggior parte delle strategie che puoi implementare e degli strumenti che puoi utilizzare per creare un funnel di vendita sono fortunatamente gratuite!
Gratis non vuole però che creare un funnel marketing sia semplice.

Vediamo quindi le tre fasi della creazione di un funnel (marketing o di vendita):
 1. Acquisire i clienti
 2. Stimolare all’azione
 3. Massimizzare il valore

1. Acquisire i clienti
La prima fase di un funnel marketing di successo è l’attuazione di strategie che siano in grado di attirare i clienti da diversi canali quali i social
 
2. Incentivare all’azione
Una volta che il visitatore arriva sulla tua landing page, sia che arrivi a un blog o da un annuncio su Google, è fondamentale suscitare in lui una sorta di risposta emotiva al tuo ecommerce.
Per prima cosa assicurati che, se il visitatore arriva da un annuncio su Google, la pagina a cui rimanda l’annuncio sia coerente con il testo e con le parole chiave per le quali hai ottimizzato l’annuncio.
 
3. Massimizzare il valore
La maggior parte dei business si fermano alla fase due del funnel marketing. Una volta convinto il cliente, il loro lavoro è compiuto.

Questo non è interamente errato, ma sottovaluta un aspetto incredibilmente importante: il valore nel lungo periodo dei tuoi clienti.

Infatti, un cliente fedele ha un valore molto più elevato di un cliente occasionale. Un cliente di fiducia sarà più incentivato a lasciare recensioni positive, a spargere la voce sul tuo brand, e se ha avuto un’esperienza positiva continuerà ad acquistare dal tuo ecommerce, portando altre persone all’interno della sua cerchia a fare lo stesso.

Di conseguenza, i clienti fedeli sono non solo più vantaggiosi dei clienti occasionali ed anche molto più economici! Assicurati quindi di non dimenticarti dei tuoi preziosi clienti, offri loro pacchetti VIP, ricompense speciali e incentivi.

 

Conclusione
Arrivato a questo punto, dovresti aver capito cosa sono i funnel, cos’è il funnel marketing e come trasformare i potenziali clienti in clienti, possibilmente fedeli.

Ci sono diversi tipi di funnel marketing che puoi creare per il tuo ecommerce, puoi organizzare un giveaway (chi non ama i prodotti gratis?)
Scegli le strategie di marketing più adatte al tuo pubblico e alla tua nicchia di mercato ed il tuo ecommerce avrà un enorme successo, che tu venda prodotti artigianali oppure semplicemente li rivendi.
 
Migliora fin da ora il tuo sito e scrivici per un consulenza gratuita se pensi che sia utile avere un contatto costruttivo

Ricerche Correlate: e-commerce che vendono bene con Funnel Marketing